• Donna

    SESSUALITA’ IN MENOPAUSA

    Sesso in menopausa. Perché rinunciare? Troppo spesso la menopausa viene vista e vissuta come il periodo peggiore nella vita di una donna. Vampate, kg di troppo, fastidi intimi; sono solo alcuni dei motivi per cui una donna vive con poco entusiasmo l’arrivo di questa fase della propria vita. Una percezione della realtà, però, molto spesso distorta dalle cattive e poche informazioni che circolano, come ad esempio quelle relative alla sessualità. Chiariamo subito una cosa: no, non è vero che con l’arrivo della menopausa si deve rinunciare ai rapporti sessuali! Semplicemente bisogna accettare il fatto che nel nostro corpo stanno avvenendo dei cambiamenti fisici e ormonali, e di conseguenza bisogna saperli…

  • Coppia

    INFERTILITA’ DI COPPIA

    In Italia 2 coppie su 10 hanno problemi di fertilità e su queste il 4% è sterile. L’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), definisce sterilità la situazione di una coppia in cui uno o entrambi i membri sono affetti da una condizione fisica permanente che non rende possibile il concepimento. Si parla, invece, di infertilità quando una coppia non riesce ad ottenere una gravidanza dopo un anno di rapporti costanti e non protetti. Il termine infertilità, quindi, al contrario di sterilità, non si riferisce ad una condizione assoluta, bensì ad una situazione generalmente risolvibile e legata ad uno o più fattori interferenti. L’infertilità viene quindi considerata una patologia e come tale…

  • Donna

    DEPRESSIONE POST PARTO

    Dopo il parto, in base alla intensità e gravità dei disturbi dell’umore possiamo distinguere tre grandi gruppi: Il baby blues La depressione post-partum La psicosi post-partum   Le 3 tipologie si distinguono per sintomatologia e durata: si passa dalla forma lieve comune alla maggioranza delle donne che scompare dopo pochi giorni (baby blues), ad una forma più grave che colpisce una minore percentuale di donne e che può durare oltre un anno (depressione post-partum), alla forma più grave e meno diffusa (psicosi post-partum).   Baby Blues   Il baby blues colpisce la stragrande maggioranza delle madri. Oltre il 70% di esse, nei giorni immediatamente successivi al parto, manifestano una reazione…

  • Figli

    DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE

    ANORESSIA NERVOSA L’anoressia nervosa fu descritta la prima volta dal medico inglese Richard Morton nel 1694 e fino a trent’anni fa è stata considerata una malattia rara. Oggi sembra colpire lo 0,28% circa delle adolescenti e delle giovani donne adulte dei paesi occidentali. Il 90-95% delle persone colpite appartiene al sesso femminile e i maschi costituiscono tuttora una minoranza. L’età d’esordio dei disturbo è compresa tra i 12 e i 25 anni, con un doppio picco di maggiore frequenza a 14-18 anni; negli ultimi tempi sono stati diagnosticati casi ad incidenza più tardiva, dopo i 20-30 anni. L’anoressia nervosa viene definita come rifiuto di mantenere il peso corporeo al di…

  • Coppia

    IL PATTO DI COPPIA

    La coppia è composta di tre parti: 2 individui + 1 relazione. La relazione ha alcune regole che vengono definite da entrambi i partner e dal loro modo di relazionarsi e comunicare.   Le coppie fanno una specie di metaforica contrattazione (patto) all’inizio della relazione per determinare non solo se ci sarà il matrimonio, ma anche per stabilire le regole della relazione stessa. Il patto definisce i diritti e i doveri, cioè ciò che ciascuna parte riceve in cambio di qualcosa che dà.   Quando due persone si incontrano, il rapporto non parte da zero: ciascun individuo ha un sistema di credenze e di aspettative nei confronti del matrimonio che…

  • Famiglia

    GENITORIALITA’

    La decisione di avere un figlio viene vista spesso come un progresso compiuto dalla coppia, la quale, dopo aver sondato la stabilità dell’unione, si avvia al passo successivo, ovvero la ricerca del completamento della famiglia. In realtà, assieme al senso di arricchimento del nucleo familiare, i motivi che spingono una coppia ad avere un figlio possono essere diversi: desiderio di dimostrare la propria capacità di essere buoni genitori, desiderio di confrontarsi col partner o con i propri genitori, farne dono ad altri, ricevere gratificazioni sul piano affettivo, desiderio legato alla tendenza ad identificarsi con un bambino prolungamento di sé nel tempo, Spesso si pensa che il desiderio di avere un…