Percorso Psicologico per future mamme e papà:
Gravidanze e Nascite Creative


La gravidanza è il periodo della vita di una  donna in cui l’aspetto della creatività può esprimersi nella sua ampiezza. Il potenziale creativo non interessa solo il figlio che sta aspettando, ma tutte le sfere della sua persona. Se la donna riesce a riconoscer questo potenziale ed a valorizzarlo, l’apertura rispetto  sé stessa si  amplifica, così pure,  la possibilità di un’ascolto interiore che oltre a procurarle uno stato di benessere, la avvicina al suo bambino reale (che porta dentro di sé) ed al suo bambino immaginario (frutto di un’elaborazione psichica)
L’atto creativo della nascita genera un “soggetto” autonomo e differenziato che ha un legame straordinariamente forte con coloro che l’hanno generato. Riconoscere in gravidanza  la duplicità degli aspetti di autonomia e dipendenza affettiva, aiuta a non cadere invischiati in un legame indifferenziato che blocca la crescita della madre (più spesso) e del bambino. Inoltre, permette alla forza affettiva di esprimersi preparando i genitori ad accogliere la venuta al mondo del bambino.  Diventa fondamentale, perché ciò si verifichi, accettare i nuovi equilibri che man mano si presentano. Ogni mese porta un cambiamento (corpo, emozioni, bambino, relazione con il partner e con la famiglia allargata, lavoro ecc.), ogni cambiamento è un passaggio creativo, fino ad arrivare al momento del parto, non vissuto come trauma di rottura rispetto alla gestazione ma come fisiologico passaggio ad un nuovo stato: la nascita di un figlio e la nascita di una madre.
L’altro soggetto creatore insieme alla donna è il partner, padre del bambino. L’atto creativo è sempre compiuto da due persone (anche quando di fatto il padre non è presente). Non  ridare all’uomo il valore che gli compete comporta un lasciare sola la donna con un potere che rischia di essere onnipotente nei riguardi della generatività e del futuro figlio. La forza creativa dell’uomo si esprimere in maniera diversa dalla donna, spesso i padri “in attesa” , diventano estremamente produttivi nella vita lavorativa e nel dare alla famiglia ed alla casa maggiore stabilità funzionale ed organizzativa. Il contatto con il figlio è mediato dalla madre, pur avendo anche egli un’immagine del suo bambino che aspetta di essere confrontata con quella reale. Il “contatto” pre- nascita tra padre e bambino non viene molto curato dai corsi di preparazione alla nascita, perpetuando, involontariamente, l’allontanamento emotivo dell’uomo  dalla diade madre-figlio e non riconoscendogli la possibilità di incontrare e vivere l’aspetto emozionale insieme alla sua partner. Ripercorrendo la storia di tante coppie separate o in crisi dopo alcuni anni di matrimonio (o dopo la nascita di un figlio), si può notare che i primi squilibri e disarmonie, hanno interessato la coppia nel periodo di gestazione,  prima ancora dell’avvenuta nascita. L’armonia creativa si esprime nella possibilità d’incontro delle diversità proprie della donna e dell’uomo, poter comunicare e condividere i desideri e le emozioni dell’attesa  apre alla nascita genitoriale.
I mesi di gravidanza per i futuri genitori sono infatti,  straordinariamente ricchi di emozioni non solo piacevoli, ma anche dolorose, trovare un modo per esprimerle senza paura di “farsi male” o di “far male” , avvicina, rende complici, dona armonia.



Percorso per una Nascita ed una Gravidanza Creativa: I colori dell’Attesa

Il percorso alla preparazione ad una nascita creativa è rivolto alla donne in gravidanza ed in alcuni incontri anche ai partner. Esso ha come obiettivo di far vivere alla donna ed al partner lo straordinario potenziale creativo  che stanno attraversando per dar vita alla nascita di un figlio e alla nascita di una nuova genitorialità. Tramite l’art terapia la donna avrà modo d’incontrare sé stessa, il  suo compagno e il suo bambino.

L’ arte terapia è una metodologia che consente di attingere alla sfera emozionale, promuovendone  l’elaborazione  attraverso le tecniche espressive. Espressività significa portare fuori qualcosa che abbiamo dentro. Solitamente siamo abituati  ad esternare la nostra sfera emotiva con le parole. Questo è un metodo diverso, non verbale, fatto di gesti (il corpo che si muove), di suoni (alziamo la voce, borbottiamo ecc.), di rappresentazioni grafiche (disegni, scarabocchi ecc.). Esprimiamo tramite questa forma di espressività  le ansie, le paure, le gioie.
Il percorso prevede un totale di sei incontri di due ore ciascuno ed un incontro individuale ad inizio del corso. Le professioniste saranno affiancate dall'arte terapeuta
Maria Luisa Nasini.  Le esperienze proposte negli incontri favoriranno l’individuazione e il riconoscimento delle proprie emozioni, creando uno spazio di condivisione e di comunicazione il più possibile accudente. Uno spazio che permetterà , alla donna,  di sviluppare la propria iniziativa personale.

1° Incontro: la costituzione di un gruppo. Presentazione e fondazione del gruppo, creazione del legame. Espressività mediata dal colori;
2° incontro: i cambiamenti del corpo in gravidanza. Le emozioni legate alle trasformazioni corporee  e le risonanze emotive suscitate nelle figure affettivamente vicine (partner, figli, genitori). Espressività mediata dal colore;
3° incontro: mamma e papà  entrano in contatto con il loro bambino (reale ed immaginario).  Emozioni legate all’immagine del bambino. Espressività mediata dalla tecnica di modellazione dell’argilla.
4° incontro: nuovi equilibri creativi in  gravidanza:  performance d’arte per vivere i cambiamenti emotivi legati ai diversi aspetti della vita della donna. Espressività mediata dall’uso di diversi materiali.
5° incontro: nascere come genitori. Incontro con le mamme ed i papà per esprimere il passaggio emotivo legato alla nascita del bambino ed alla nascita genitoriale. Espressività mediata da materiali e da drammatizzazione
6° incontro: prepararsi alla separazione preparazione emotiva al parto ed alla separazione dello stato di gravidanza. Espressività mediata da materiali diversi.



Le nostre iniziative: percorsi di sostegno e psicoterapeutici tematici
PsicheFamiglia
O Gravidanza e nascita creativa
O Depressione
post-partum
O Menopausa
O Genitorialità
O Sessualità ed intimità
O Mamma e papà si separano.....ed io?
O Problematiche inerenti l'orientamento omosessuale
O Adozione