PERCORSO PSICOTERAPEUTICO PER IL TRATTAMENTO DELLA DEPRESSIONE POST-PARTUM

I disturbi dell’umore conseguenti il parto, in base alla intensità e gravità si dividono in tre grandi gruppi:il baby blues, la depressione post-partum, la psicosi post-partum.

Baby Blues
Il baby blues colpisce oltre il 70% delle madri, che nei giorni immediatamente successivi al parto, manifestano una reazione piuttosto comune caratterizzata da sintomi leggeri di depressione, quali crisi di pianto senza motivi apparenti, tristezza, irritabilità, inquietudine e ansietà che tendono generalmente a scomparire nel giro di pochi giorni.

Depressione post-partum
Si stima che possa colpire fino al 10% - 15% delle madri. L'esordio avviene generalmente dal terzo mese al primo anno dopo il parto. La durata dei sintomi varia da qualche settimana ad un anno, con rischi di ricomparsa successiva.
All’origine della depressione post-partum, oltre ai cambiamenti ormonali, ci sono una serie di altri fattori psicologici (cambiamento di ruolo, timore delle responsabilità, l’aspetto fisico, ecc…)
È importante ricordare che una depressione post-partum non curata tende a cronicizzate.
Le madri affette da questo disagio manifestano svariati malesseri: eccessiva preoccupazione, ansia, irritabilità, confusione, disturbi del sonno e dell'appetito, senso di colpa,  perdita di speranza nel futuro unita ad una marcata perdita di interesse o di piacere.

La psicosi post-partum

È la forma più grave di depressione e richiede misure mediche tempestive. Anche se relativamente rara (0.1-1.2%), merita tuttavia estrema attenzione per le gravi conseguenze che può avere sia per la mamma sia per il bambino. I sintomi comprendono stati di agitazione, confusione, pessimismo, disagio sociale, insonnia, paranoia, allucinazioni, tendenze aggressive verso se stesse e verso gli altri.



Cura e trattamento dei disturbi dell’umore
post-partum


Molte donne che soffrono di depressione post partum sono restie a chiedere aiuto perché temono di essere giudicate un fallimento come madri. Ma soffrire di depressione post partum non significa essere cattive madri né tanto meno "pazze": questo tipo di disagio è influenzato in modo consistente da fattori fisici e ormonali, dalla stanchezza e dalla stile di vita ed è perfettamente curabile. E' importante che la donna comunichi i suoi stati d’animo: solo in questo modo la depressione post-partum può essere affrontata seriamente sia per garantire il benessere della donna stessa, del bambino e della relazione tra i due. La richiesta di aiuto è essenziale al fine di attivare una serie di sostegni che permetteranno il ripristinarsi di una situazione di benessere e di equilibrio.

Uno di questi aiuti può venire dalla psicologia sia come percorso individuale che di gruppo.


Offriamo alle madri un ciclo di 7 incontri finalizzato all’espressione, all’accoglienza e alla cura del disagio emotivo conseguente al parto.
Gli incontri, della durata di 2 ore affronteranno le diverse tematiche inerenti la depressione post partum quali ad esempio:

            -il cambiamento fisico ed emotivo
            -la sindrome della pancia vuota
            -l’angoscia di non essere una buona mamma
            -la rabbia che diventa tristezza
            -la solitudine reale
            -il solitudine nella coppia
            -la difficoltà di comunicare


Le nostre iniziative: percorsi di sostegno e psicoterapeutici tematici
PsicheFamiglia
O Gravidanza e nascita creativa
O Depressione
post-partum
O Menopausa
O Genitorialità
O Sessualità ed intimità
O Mamma e papà si separano.....ed io?
O Problematiche inerenti l'orientamento omosessuale
O Adozione